Chiudi

SELEZIONI ESA - ADDETTO NUMERO VERDE

Per informazioni CLICCA QUI

 

 

Raccolta differenziata

Altri rifiuti (raee, pile, farmaci, toner, metallo, oli esausti, rifiuti speciali)

Altri rifiuti

Oltre alle tipologie di rifiuto raccolte in maniera differenziata con il servizio di porta a porta), esistono molte altre tipologie che vanno differenziate e conferite nel modo corretto.

ATTENZIONE: è assolutamente vietato

Conferire all’interno dei contenitori stradali o abbandonare sul territorio o nei pressi degli stessi contenitori le seguenti tipologie di rifiuti:

  • rifiuti industriali
  • rifiuti pericolosi o tossici
  • eternit o amianto
  • imbarcazioni e veicoli a motore (o parti di essi), motori a scoppio
  • bombole e contenitori sotto pressione (estintori, ecc.)

Si ricorda inoltre che:

  • I rifiuti non assimilati agli urbani, da Regolamento comunale, devono essere smaltiti seguendo canali diversi e specifici. Per questo tipo di rifiuti è necessario fare riferimento ad altre ditte (private) presenti sul territorio elbano o fuori Elba.
  • Molti dei rifiuti elencati sono pericolosi o molto inquinanti se abbandonati nell’ambiente: è quindi fondamentale che si faccia molta attenzione a come e dove vengono buttati alla fine del loro ciclo di vita.
  • L’abbandono di rifiuti è punito a norma di legge.
  • Amianto

    ESA ha deciso di organizzare un’attività di supporto ai privati cittadini, titolari di una posizione domestica TARI, accogliendo le numerose richieste pervenuteci dal territorio.

    In particolare ci si è prefissati di operare, attraverso un accordo con ditta specializzata selezionata con apposita gara, per contenere i costi di gestione delle attività di messa in sicurezza, nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia. ESA, cioè, si è posta nell’ottica di svolgere una funzione “calmieratrice” del mercato e, nel contempo, di supportare i cittadini, che sono nelle condizioni di rimuovere in proprio il materiale, nelle procedure amministrative e nelle pratiche preliminari alla rimozione vera e propria.

    Il privato cittadino che vuole rimuovere e smaltire materiali contenenti amianto (MCA) deve contattare il Numero Verde 800 688 850 oppure inviare una e-mail a info@esaspa.it per prenotare il sopralluogo da parte di un incaricato ESA.

    Il servizio è finalizzato esclusivamente al ritiro di rifiuti in cemento amianto (MCA) prodotti da privati cittadini, titolari di una posizione TARI (residenti e non). Ne sono pertanto escluse le imprese, le società ed in generale tutti gli organismi del settore produttivo, anche se titolari di una posizione TARI.

  • Pile e batterie esauste

    Le pile e le batterie devono essere raccolte separatamente per poter essere trattate in sicurezza o avviare a recupero i metalli pesanti contenuti in questi materiali, che così possono essere reinseriti nei vari cicli produttivi.

    ESA mette a disposizione degli utenti che ne fanno richiesta l’apposito contenitore “Urban Battery”, che permette l’immissione di sole pile e batterie di dimensioni consone ed evita la fuoriuscita accidentale del materiale contenuto all’interno delle pile, grazie al suo speciale tappo con ghiera girevole. Una volta pieno può essere conferito gratuitamente presso il Centro di Raccolta del proprio Comune.

    È possibile portare le pile esauste anche presso i rivenditori (es. tabaccheria) o nei contenitori presenti sul territorio destinati alla raccolta di pile.

  • Medicinali scaduti

    I farmaci scaduti vanno portati nei Centri di Raccolta del proprio Comune, nelle farmacie o negli ambulatori medici ed inseriti negli appositi contenitori per poterli raccogliere in modo differenziato e non causare problemi all’ambiente e alla salute.

    È molto importante separare i blister e le confezioni in plastica o in metallo dalla scatola di carta e il foglietto illustrativo, inserendoli nei consueti contenitori della raccolta differenziata per la plastica e metallo e per la carta.

    I flaconi in vetro vuoti vanno inseriti nelle campane per il vetro. Solo nel caso in cui ci sia un residuo di medicinale liquido, lo stesso deve essere mantenuto all’interno del proprio flacone e gettato nel contenitore presente nelle farmacie.

    ATTENZIONE!
    I medicinali scaduti contengono sostanze chimiche potenzialmente inquinanti se disperse nell’ambiente, pertanto, non vanno MAI eliminati nel sacchetto dei rifiuti indifferenziati, ma smaltiti in modo corretto.

  • Toner e cartucce di inchiostro

    Toner e cartucce per stampanti ad inchiostro e laser per uso domestico vanno portati nei Centri di Raccolta del proprio Comune.

    Sono esclusi i toner prodotti da attività commerciali nel settore della stampa (stampanti industriali, tipografie, ecc.).

    È assolutamente vietato abbandonare i rifiuti sul territorio e/o nei pressi dei contenitori stradali, oppure come rifiuto indifferenziato o multimateriale.

  • Metallo

    È possibile conferire oggetti e componenti in ferro, alluminio, ecc. tra cui anche pentole, attrezzi, infissi, telai di reti letto, ecc. presso il centro di raccolta del proprio Comune, oppure richiedere il ritiro a domicilio.

    ATTENZIONE!
    È estremamente dannoso conferire nei cassonetti stradali oggetti o pezzi metallici di piccole o modeste dimensioni (es. barre, spranghe, lamiere, componentistica meccanica, parti di scarto da attività produttive, pezzi di motori, ecc.) in quanto capaci di provocare seri danni agli impianti in fase di lavorazione.

    I danni provocati da rifiuti impropri sono sempre tali da generare seri costi di riparazione e manutenzione straordinaria che inevitabilmente si ripercuotono sull’intera collettività.

  • Pneumatici fuori uso

    Pneumatici provenienti da civile abitazione sono considerati rifiuti urbani. È possibile conferire presso il centro di raccolta del proprio Comune, al massimo uno o due pezzi.

    Sono esclusi pneumatici provenienti da attività produttive/commerciali nel settore (officine riparazioni, carrozzeria, gommista, ecc.).

  • Oli vegetali esausti

    Sono considerati rifiuti urbani gli oli commestibili, provenienti da cucina di civile abitazione, ad esempio oli di frittura, di conserve, ecc. Possono essere raccolti in appositi contenitori (ESA Fornisce gratuitamente il contenitore Olimax) e portati al centro di raccolta del proprio Comune per lo sversamento.

  • Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.)

    È possibile conferire presso il centro di raccolta del proprio Comune, oppure richiedere il ritiro a domicilio di:

    • Elettrodomestici “grandi bianchi”: es. frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici, ecc.
    • Monitor: televisori (tubo catodico, LCD, LED, ecc.), monitor di personal computer, ecc.
    • Personal computer e componenti: computer da tavolo e portatili, periferiche (mouse, tastiera, ecc.), altoparlanti, telefoni cellulari, caricabatterie, auricolari, ecc.
    • Piccoli elettrodomestici: ferri da stiro, rasoi elettrici, depilatori, phon e piastre per capelli, robot da cucina, ecc.
  • Rifiuti inerti

    Sono considerati rifiuti urbani, e pertanto possono essere conferiti al centro di raccolta del proprio Comune, piccole quantità di rifiuti inerti provenienti dall’ambito domestico, cioè da piccoli lavori in proprio effettuati dal conducente dell’abitazione esempio: calcinacci, mattonelle/piastrelle, sanitari (al massimo 1 o 2 pezzi), ecc.

    ATTENZIONE!
    Sono esclusi materiali inerti provenienti da interventi condotti da artigiani o ditte del settore edile.

    È assolutamente vietato abbandonare i rifiuti sul territorio e/o nei pressi dei contenitori stradali, oppure come rifiuto indifferenziato o multimateriale.

Hai domande?

Compila il form, un nostro incaricato ti contatterà al più presto.



    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla Privacy Policy del sito www.esaspa.it

    Questo sito è protetto da recaptcha e si applicano Privacy Policy e Termini di servizio di Google.